Bologna, ucciso a coltellate in stazione

Il delitto, quasi certamente di matrice passionale, è avvenuto poco prima di mezzogiorno, tra il panico della folla

Il primo binario della stazione di Bologna

Il primo binario della stazione di Bologna

BOLOGNA – La stazione centrale di Bologna era affollata come sempre, anche questo sabato, intorno a mezzogiorno. All’improvviso, l’orrore, con decine di persone nel panico per aver visto un omicidio compiersi sotto i loro occhi: un uomo di 53 anni è stato ucciso a coltellate lungo il primo binario. La vittima sarebbe stata aggredita e uccisa dall’ex compagno della moglie: il presunto omicida è stato immediatamente bloccato dagli agenti della Polfer.
Secondo le prime ricostruzioni, il presunto omicida – un 55enne di Ancona – si sarebbe avvicinato alla coppia con due coltelli da cucina nascosti nei quotidiani che portava sotto braccio, e avrebbe colpito l’uomo all’altezza del cuore.
La scena ha causato il panico in stazione: molta gente ha iniziato a gridare e a correre, tanto che in un primo momento si è addirittura pensato a un attentato. Poi, col passare dei minuti, la situazione si è delineata in tutto il suo orrore.
Si è trattato, quasi con certezza, di un delitto passionale: la donna è stata sentita dal pm Gustapane, al quale ha raccontato i dettagli del rapporto col marito, che a quanto pare era in difficoltà economiche. Qualche giorno fa, lei gli avrebbe confessato di avere una nuova relazione e di voler andare a vivere con il nuovo compagno. Benchè i due fossero separati da tempo, tanto sarebbe bastato per far scattare nella mente dell’uomo il proposito omicida: questa mattina ha seguito la donna, che era partita da Jesi diretta a Bologna, dicendo all’ex di voler incontrare un parente. L’uomo, però, si è insospettito e l’ha seguita; quando l’ha vista con il suo nuovo compagno, avrebbe perso la testa, ed estratto il coltello.

Media
  • Il primo binario della stazione di Bologna
    Il primo binario della stazione di...
comments powered by Disqus