Roberto Formigoni minaccia: nuova giunta o voto

Il governatore della Lombardia: "Se la Lega conferma che si è tirata fuori, prenderò le mie decisioni. A rischio Piemonte e Veneto". Salvini: "Che pensi alla sua Regione"

Roberto Formigoni

Roberto Formigoni

MILANO - La minaccia di Formigoni. "Se la Lega conferma che si è tirata fuori, prenderò le mie decisioni. I leghisti devono decidere: fanno parte di questa alleanza che è nata tre anni fa contemporaneamente in Lombardia in Veneto o Piemonte, o se ne sfilano?". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia in un'intervista a Maurizio Belpietro rispondendo a una domanda sulle sue eventuali dimissioni dopo che i leghisti hanno rimesso il loro mandato. La Lega ha infatti messo alle corde il governatore chiedendogli di scegliere fra l’azzeramento della giunta o le dimissioni. Aggiunge Formigoni: "Se la Lega conferma che si è tirata fuori, prenderò le mie decisioni. Se si sono sfilati si mettono in una posizione esterna e sarà Formigoni con il Pdl a decidere il da farsi, andremo ad elezioni con una Giunta guidata da Formigoni e assessori completamente nuovi e ovviamente tutto ciò avrà conseguenze anche in Veneto e Piemonte, perché le tre Giunte sono figlie dello stesso accordo politico".
A stretto giro di posta è arrivata su Facebook la replica del segretario della Lega lombarda, Matteo Salvini: "Fossi Formigoni mi occuperei solo della nostra Lombardia, penso che Veneto e Piemonte possono e vogliono gestirsi da soli, senza padrini. Si azzeri tutto e si riparta, con pochi uomini e pochi progetti concreti fino a elezioni".

Media
  • Roberto Formigoni
    Roberto Formigoni
comments powered by Disqus