Esplosione in un garage, inferno in via Papa Giovanni

di

L'incendio, nella notte, ha danneggiato undici auto. Molto spavento, ma nessun ferito

Il garage in cui è divampato l'incendio (foto Studio Elite)

Il garage in cui è divampato l'incendio (foto Studio Elite)

REGGIO EMILIA – E’ stata una notte di terrore per i condomini di due palazzi in via Papa Giovanni XXIII, a Reggio Emilia: poco dopo le 3.30, un violento incendio si è scatenato nell’autorimessa dei civici 28 e 30. Le fiamme, probabilmente innescatesi in maniera accidentale per il surriscaldamento di una macchina, si sono rapidamente propagate da un’auto all’altra, fino a coinvolgere ben undici vetture. I vigili del fuoco – intervenuti con 22 uomini di tre squadre operative e con quattro mezzi di supporto - sono rimasti impegnati sul posto per più di tre ore per aver ragione del rogo. 

Alcune delle auto devastate dal rogo

Alcune delle auto devastate dal rogo


L’incendio e le operazioni di spegnimento hanno svegliato i condomini nel cuore della notte, tutti scesi in strada per mettersi in salvo. Fortunatamente, però, nessuna persona è rimasta ferita o intossicata, e nessuno dei loro appartamenti è stato danneggiato in maniera grave. Al momento il garage è stato transennato e nessuno può accedervi finché non sarà stabilita l'agibilità da parte dei tecnici comunali.

Il video delle macchine incendiate

Questa mattina, davanti ai condomini si è presentata una scena surreale: tutto è annerito, devastato. Le auto sono andate completamente distrutte, una delle colonne del garage presenta vistose crepe. A terra, pezzi di muro e mattoni. "Sembra di stare a Beirut", mormora sconsolato uno dei residenti del palazzo, che aggiunge: "Un episodio del genere si era già verificato nel 1996".

Incendio nel garage di via Papa Giovanni XXIII: le immagini 

A scongiurare la tragedia, oggi come allora, sono probabilmente state le aperture verso l'alto del garage che ha permesso alla forza dell'esplosione di disperdersi.
A raccontare a Reggionline i terribili momenti di questa notte è stato uno dei condomini, Giuseppe Ardu: "Mi ha svegliato mia moglie - racconta - Mi sono affacciato alla finestra e ho visto le fiamme, enormi, provenire dal garage. Ho immediatamente dato l'allarme ai vigili del fuoco, e poi sono sceso al pianterreno. Non appena mi sono avvicinato, però, mi sono accorto che sarebbe stato troppo tardi per cercare di mettere in salvo qualunque auto fosse parcheggiata nel garage".

Un'immagine di ciò che resta del garage dopo il terribile incendio di questa notte

Un'immagine di ciò che resta del garage dopo il terribile incendio di questa notte


Secondo le testimonianze e le prime ricostruzioni dei testimoni, sarebbe stata una Renault Twingo la prima a prendere fuoco, e da quell'auto le fiamme si sarebbero propagate alle altre. La macchina, o ciò che ne resta, era parcheggiata proprio in corrispondenza di una delle aperture verso l'esterno del parcheggio. Un particolare che fa pensare alcuni dei testimoni che l'incendio potrebbe non essere di natura accidentale: "Il tettuccio dell'auto è sfondato, e piegato verso l'interno dell'abitacolo - afferma una delle persone presenti sul luogo dell'incendio, questa mattina - Come se l'esplosione non fossa avvenuta 'da dentro': qualcuno potrebbe aver buttato qualcosa sull'auto, dall'esterno, scatenando il rogo".
Queste, per ora, sono solamente supposizioni: toccherà ai vigili del fuoco - che al momento propendono per la natura accidentale di quanto accaduto - ricostruire quali possano essere state le cause di quanto accaduto questa notte.


Media
comments powered by Disqus