Un agente di polizia salva la vita a una donna sfrattata

La 50enne si era portata un coltello alla gola minacciando di uccidersi se l'ufficiale l'avesse fatta uscire di casa

Un'esecuzione di sfratto poteva trasfrmarsi in tragedia

Un'esecuzione di sfratto poteva trasfrmarsi in tragedia

REGGIO EMILIA - Con l'ufficiale giudiziario fuori dalla porta per un'esecuzione di sfratto, non ha esitato a mettersi un coltello alla gola minacciando di togliersi la vita. La pronta reazione di un agente della polizia reggiana ha di fatto evitato il compiersi di una tragedia.
Questo è quanto accaduto stamattina in città, quando una pattuglia ha accompagnato l'ufficiale a casa di una 50enne. La donna all'arrivo degli operatori ha guadagnato tempo: con il pretesto di vestirsi per poi farli entrare, ha aperto poco dopo la porta brandendo l'affilata lama e minacciando di tagliarsi la gola se fosse stata sfrattata.
Uno dei due poliziotti, non appena la 50enne ha portato il coltello alla gola, le ha bloccato il polso disarmandola. Condotta in ospedale in stato di evidente choc, è stata curata dal personale del pronto soccorso del Santa Maria di Reggio Emilia a causa di un lieve taglio al collo che si era autoprocurata.
L’ufficio giudiziario titolare dello sfratto, a fronte dell'estremo gesto, ha deciso di prorogare l’azione esecutiva di un mese per dare così tempo alla donna di trovare una nuova sistemazione.

Media
  • Un'esecuzione di sfratto poteva trasfrmarsi in tragedia
    Un'esecuzione di sfratto poteva...
comments powered by Disqus