Primarie, Reggi mette la "casacca" renziana a Delrio

Il coordinatore di campagna elettorale del Rottamatore: "Facciamo ciò che diciamo, come a Reggio Emilia..."

Graziano Delrio in compagnia di Matteo Renzi

Graziano Delrio in compagnia di Matteo Renzi

ROMA - In attesa delle elezioni della prossima primavera, che dovrebbero vedere il ritorno della politica all'esecutivo, le cronache di queste settimane hanno come tema principale quello delle primarie del centrosinistra con in lizza Bersani, Renzi e lo sfidante Vendola. Ma la sfida a cui tutti stanno guardando, in primis, è quella delle primarie del Pd dove i principali sfidanti sono il segretario e il sindaco di Firenze.
Rispondendo agli attacchi del responsabile economico del Pd Stefano Fassina, che ha accusato il sindaco di Firenze di copiare le proposte del programma del partito, il coordinatore della campagna di Renzi nonché ex primo cittadino di Piacenza Roberto Reggi ha risposto: "Mi fa piacere che Fassina abbia finalmente letto un pezzo del nostro programma. Vorrei ricordare che noi siamo del Pd e che le nostre proposte hanno la credibilità di chi, da amministratore, le ha già realizzate e non solo studiate sui libri".

Roberto Reggi, il coordinatore della campagna elettorale di Renzi

Roberto Reggi, il coordinatore della campagna elettorale di Renzi


Reggi ha quindi tirato indirettamente in ballo il sindaco di Reggio Emilia e attuale presidente dell'Anci Graziano Delrio, che in passato aveva già mostrato di avere simpatia per Renzi. "Noi siamo quasi tutti amministratori - ha detto - Le cose che diciamo le abbiamo già fatte ad esempio a Reggio Emilia, a Firenze, a Piacenza. Non le annunciamo e basta, quindi abbiamo la credibilità per dire che dei buoni modelli possono essere estesi in tutta Italia". Con le sue parole Reggi di fatto ha iscritto il primo cittadino reggiano al "partito" dei renziani. Giova ricordare che "il rottamatore" è stato a Reggio Emilia due volte negli ultimi due anni per presentare ufficialmente altrettanti suoi libri: "Fuori!" e "stil novo. La rivoluzione della bellezza tra Dante e Twitter"; inoltre, in prima fila a Verona (da dove è partita la campagna elettorale di Renzi lo scorso 13 settembre) c'era proprio Graziano Delrio che fra l'altro recentemente ha dichiarato che la candidatura di Renzi "è una grande opportunità per il Pd".
Pierluigi Castagnetti

Pierluigi Castagnetti


Di primarie ha parlato anche il parlamentare Pd ed ex Dc Pierluigi Castagnetti: "Al di là della radicalità e dell'impertinenza di Renzi - ha affermato - ammettiamolo: chi ha attraversato l'intera storia della Seconda Repubblica porta su di sè la responsabilità oggettiva di appartenere a una generazione che ha contribuito ad una stagione politica conclusa con una sconfitta clamorosa". Per Castagnetti, intervistato da La Stampa, "in vista della nuova fase dobbiamo avere il coraggio di passare la mano".

Ultima battuta: "Alle primarie ci saranno due vincitori. Vince Bersani perchè prevarrà sul piano numerico, ma vincerà anche Renzi perchè costringerà il Pd ad accettare la sfida di un rinnovamento molto forte".

Media
  • Graziano Delrio in compagnia di Matteo Renzi
    Graziano Delrio in compagnia di Matteo...
  • Roberto Reggi, il coordinatore della campagna elettorale di Renzi
    Roberto Reggi, il coordinatore della...
  • Pierluigi Castagnetti
    Pierluigi Castagnetti
comments powered by Disqus