Reggio Emilia-Siena, gli spogliatoi

di

Menetti: "Condannati dai dettagli". Banchi: "Perfetti negli ultimi 10'"

Max Menetti (Foto Elite)

Max Menetti (Foto Elite)

REGGIO EMILIA - E' raggiante il coach dei campioni d'Italia Luca Banchi nel post gara. "Dopo il canestro da 3 di Jeremic, che ha portato Reggio al +7 nel terzo quarto, ci siamo ricompattati lavorando da grande squadra. Ci siamo concentrati su Taylor, perché sapevamo che era il loro punto di riferimento e lo abbiamo costretto a 4/16 dal campo. Abbiamo fatto un grande lavoro solo nell'ultimo quarto, mi sarebbe piaciuto vedere questo sforzo spalmato su tutta la partita. Siamo riusciti ad andare a trovare risorse anche uscendo dai nostri canoni tecnico-tattici e di questo, confermo, sono davvvero contento". Su Reggio: "Bella partita, erano pronti, squadra versatile. Ci hanno procurato molti problemi, ma sapevamo che sarebbe stata una vera trasferta, questa".
L'altro lato della serata è rappresentato, e non poteva essere altrimenti, da Max Menetti. "Da una partita così bisogna avere la forza di vedere le tante cose positive accadute. Tuttavia, sono stati i dettagli che hanno fatto la differenza, soprattutto se si arriva in un finale punto a punto come questo. Loro molto bravi a tenere basso il ritmo, tant'è che ne è venuta fuori una partita a metà campo. Nell'ultimo quarto dovevamo essere aggressivi e spensierati a livello difensivo per correre poi in contropiede. Non ci è riuscito, ma dobbiamo essere bravi a vedere anche le tante note positive". Gli chiediamo quali: "Abbiamo avuto un protagonista diverso per ogni quarto, abbiamo tenuto bene in difesa e anche dal punto di vista fisico siamo assolutamente stati in partita. E' chiaro che alla fine, se si va a vedere, le piccole cose hanno fatto la differenza e, magari, abbiamo pagato il fatto di essere esordienti e di giocare contro la prima della classe. Tiri che normalmente entrano, contro Siena sono più difficili dal punto di vista mentale".
Su Taylor: "Oggi ha capito la fisicità di questo campionato dopo aver fatto un precampionato perfetto. Negli ultimi 5' ha fatto fatica, ma è stata Siena a giocare alla perfezione in difesa. Sapevano che ci piace correre e per questo hanno tenuto basso il ritmo".

Media
  • Max Menetti (Foto Elite)
    Max Menetti (Foto Elite)
comments powered by Disqus