Da domani settimana di disagi nei trasporti

Si protesta contro il mancato rinnovo del contratto. Bus, tram e metro fermi martedì 2 ottobre; dalle 21 di domani braccia incrociate per addetti a servizi ferroviari

Martedì trasporti bloccati per sciopero

Martedì trasporti bloccati per sciopero

ROMA - Sarà una settimana con notevoli disagi su scala nazionale quella che inizierà domani sul fronte trasporti. Bus, tram e metrò staranno infatti fermi per tutta la giornata di martedì 2 ottobre a causa dello sciopero nazionale proclamato unitariamente dai sindacati di categoria Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugltrasporti e Faisa-Cisal per il mancato rinnovo del contratto scaduto nel 2007. Tra domani e martedì, a partire dalle 21 e per 24 ore, si fermeranno anche tutti gli addetti ai servizi ferroviari di pulizie, accompagnamento notte e ristorazione a bordo treno.
Lo sciopero nazionale di 24 ore del trasporto pubblico locale di martedì fa seguito alla protesta di 4 ore dello scorso 20 luglio. Si svolgerà secondo diverse modalità città per città e nel rispetto della garanzia dei servizi minimi e delle fasce orarie.
"Chiudere il contratto in tempo - fanno sapere le parti sociali - comporterebbe il consolidamento del processo verso il nuovo contratto di lavoro della Mobilità, elemento fondamentale di stabilità per il risanamento e il rilancio del settore. Inoltre, la sottoscrizione del contratto rappresenterebbe il riconoscimento del diritto degli autoferrotranvieri alla difesa dell'occupazione, del reddito, della quantità e della qualità del servizio offerto". Senza il trasporto locale, avvertono inoltre le sigle sindacali, "non vi può essere la ripresa delle attività economiche per uscire dalla crisi".

Media
  • Martedì trasporti bloccati per sciopero
    Martedì trasporti bloccati per sciopero
comments powered by Disqus