Inaugurate le scuole primarie di Bagno e Puianello: guarda

I due istituti sono entrambi di classe energetica A e costruiti con norme antisismiche

Taglio del nastro alla scuola primaria di Villa Bagno

Taglio del nastro alla scuola primaria di Villa Bagno

REGGIO EMILIA – A soli due giorni dalla prima campanella, oggi in provincia di Reggio Emilia sono state inaugurate due scuole d’eccellenza, entrambe di classe energetica A e costruite con criteri antisismici: si tratta delle primarie di Villa Bagno, dedicate a Matteo Maria Boiardo, e di quelle di pari grado a Puianello.

L’inaugurazione della scuola di Villa Bagno: “E’ la prima costruita ex novo in città dal 1983”
Tutti i bambini sono entrati in aula due giorni prima del previsto, ma senza sedersi ai banchi: oggi, tutti erano invitati all’inaugurazione della nuova scuola primaria di Bagno, dedicata a Matteo Maria Boiardo. Un edificio di classe energetica A, realizzato con un investimento di 3,4 milioni di euro e costruito con criteri antisismici, che conta dieci aule, quattro aule speciali e spazi per didattica in comune, attività motoria e biblioteca su uno spazio di ben 1500 metri quadrati.
All’inaugurazione, oltre al sindaco Graziano Delrio erano presenti, tra gli altri, anche gli assessori all’Educazione Iuna Sassi e ai Lavori pubblici Paolo Gandolfi. Dopo il taglio del nastro e il lancio di palloncini colorati, la benedizione del parroco, la visita all’edificio e il rinfresco con una grande torta di panna, il sindaco Delrio e i bambini hanno piantato nell’ampio giardino della scuola una quercia, in ricordo di questo giorno, segno di speranza e memoria per le generazioni che verranno.

L'inaugurazione della scuola primaria di Villa Bagno: la fotogallery

“Venendo a piedi verso la nuova scuola – ha detto Delrio rivolgendosi ai bambini e agli adulti - ho incontrato un’anziana signora di Bagno, che mi ha detto una frase molto bella: una scuola fa una comunità, intorno a una scuola si fa un paese. Ha ragione quella signora: intorno a una scuola ci si sente insieme. Anche noi insieme, quando abbiamo posato la prima pietra della scuola, abbiamo scelto una frase simile: ‘Per far crescere un bambino, ci vuole un villaggio intero’”.
La nuova scuola di Bagno, ha ricordato la Sassi, “è la prima Primaria costruita totalmente ex novo in città dal 1983, quando fu realizzata la Leopardi. E possiamo dire che quella di Bagno è la prima scuola di Reggio costruita nel nuovo millennio”. L’assessore ai Lavori pubblici, Gandolfi ha poi annunciato che “il Comune in collaborazione con la Provincia si prederà cura, come richiesto dai residenti, anche della messa in sicurezza dell’attraversamento pedonale in prossimità della vicina chiesa di Bagno”.

L’inaugurazione della scuola di Puianello: “Investiamo sul futuro dei nostri figli”

L'inaugurazione della scuola di Puianello

L'inaugurazione della scuola di Puianello


Tantissime persone, tra cui le centinaia di bambini che la frequenteranno dal prossimo lunedì, anche all’inaugurazione della scuola primaria di Puianello. A fare gli onori di casa c’era il sindaco di Quattro Castella Andrea Tagliavini, accompagnato, tra gli altri, dall’assessore provinciale alla Scuola Ilenia Malavasi e dal presidente del Consiglio provinciale Gianluca Chierici.
“Quello che inauguriamo oggi – ha detto Tagliavini - è il frutto dell’impegno e dei sacrifici dei cittadini di Quattro Castella che hanno deciso di investire sul futuro dei propri figli partendo da quello che è il primo contatto tra un bambino e le istituzioni: la scuola”. Per l’occasione, è stato proiettato in anteprima il cortometraggio “La scuola è… finita! In aula verso il futuro”: realizzato per il Comune di Quattro Castella dalla video-maker reggiana Silvia Degani, il filmato documenta le fasi di lavorazione di un progetto scolastico concepito ben sette anni fa, e finalmente portato a termine.

L'inaugurazione della scuola primaria di Puianello: la fotogallery

Le nuove scuole di Puianello daranno ospitalità a 270 alunni in 10 aule e 7 laboratori hi-tech che propongono le più avanzate soluzioni di architettura applicata all’istruzione. Interamente realizzata a piano terra per consentire a tutti gli alunni un accesso agevole e diretto all’area esterna, la nuova scuola rappresenta un’eccellenza in campo nazionale per quanto riguarda la sicurezza (è la prima scuola in Italia realizzata nell’ambito della normativa post L’Aquila), la tecnologia e il risparmio energetico (la scuola è costruita con tutti i criteri per la Classe A), e la modernità degli spazi e degli arredi.

Media
comments powered by Disqus