Corteo Alcoa: 14 agenti feriti

Scontri con la polizia vicino al ministero dello Sviluppo economico. Aggredito Fassina: "Bastardi, ci avete deluso"

Scontri tra operai e forze dell'ordine (foto Ansa)

Scontri tra operai e forze dell'ordine (foto Ansa)

ROMA - Una giornata di scontri per le vie della capitale fra le forze dell'ordine e gli operai Alcoa in manifestazione. Momenti di tensione si sono registrati mentre i lavoratori si stavano dirigendo al ministero dello Sviluppo economico in via Molise: lanci di petardi, mini lamine di alluminio - simbolo del loro lavoro - e bottiglie contro le forze dell'ordine in assetto anti sommossa, le quali hanno reagito manganellando alcuni partecipanti.
Gli operai, dopo i lanci e le cariche delle forze dell'ordine, si sono fermati con le mani alzate. Giunti davanti alla sede del ministero hanno poi lanciato bombe carta contro la cancellata, danneggiando anche un blindato. Al momento si registrano 14 feriti tra le forze dell'ordine e 1 tra i manifestanti.
Gli operai stanno ora attendendo davanti al ministero l'esito dell'incontro tra delegati e governo. Al tavolo il sottosegretario allo sviluppo Claudio De Vincentis e il viceministro al lavoro Michel Martone, rappresentanti dell'Alcoa, la Regione Sardegna con il governatore Ugo Cappellacci, e rappresentati degli enti locali del Sulcis Iglesiente. E' presente una folta delegazione sindacale, circa 30 rappresentati, di Cigl, Cisl e Uil, con le loro categorie metalmeccaniche e locali.
Mentre a Roma si svolge la manifestazione dei lavoratori dello stabilimento Alcoa, a Portovesme davanti alla fabbrica si sono radunati gli altri operai in presidio, dove attenderanno l'esito dell'incontro romano.
Già in mattinata gli operai avevano cercato di sfondare un cordone della polizia all'altezza del ministero con gli agenti a cercare di contenere l'avanzata dei manifestanti che spingevano in massa. L'incontro è iniziato verso le 12. Un mezzo della guardia di finanza è stato danneggiato durante i momenti di tensione al corteo degli operai dell'Alcoa. Quando i manifestanti hanno tentato di sfondare il cordone delle forze dell'ordine ci sono stati lanci sassi e carta contro agenti e mezzo.

Momenti di tensione al corteo Alcoa

Momenti di tensione al corteo Alcoa


Probabilmente una bomba carta è esplosa vicino al mezzo danneggiandolo, seppur non gravemente. Un manifestante che partecipava è rimasto ferito per evitare una bomba carta che stava per esplodere. Il manifestante è caduto in terra ed è stato soccorso dagli agenti di polizia. Poi è stato trasportato in ospedale. L'incidente è avvenuto nei pressi del ministero dello Sviluppo economico dove continuano a udirsi esplosioni di bombe carta. Una di queste è stata lanciata oltre la cancellata del ministero ma non è esplosa. Stefano Fassina, responsabile per l'economia e il lavoro del Pd, è stato aggredito da alcuni manifestanti dell'Alcoa sotto al ministero dello Sviluppo Economico. Fassina stava rilasciando un intervista quando alcuni operai si sono avvicinati gridando "bastardi ci avete deluso" e poi lo hanno spintonato. Scortato dalle forze dell'ordine Fassina è stato costretto ad allontanarsi inseguito da un gruppetto di operai che gli urlavano contro.

La tensione al corteo 


Media
comments powered by Disqus