Crollo a Pompei, cede trave a Villa Misteri

Ennesimo problema negli scavi archeologici: a crollare una trave che regge il peristilio della villa

L'affresco a villa dei Misteri

L'affresco a villa dei Misteri

NAPOLI - Coninuano i crolli a Pompei. L'ennesimo cedimento è avvenuto questa volta, dopo il cedimento del muro di cinta di una delle Domus ad aprile, nella villa dei Misteri. A cedere, la scorsa notte, la trave in legno di 4 metri che reggeva il peristilio. La trave di legno crollata sarebbe parte di uno degli interventi di restauro e ricostruzione di parti della villa effettuati nel corso degli anni. Su queste travi erano state collocate le tegole in terracotta che formano il tetto della struttura.
La villa, comunque, non è in pericolo. La zona è stata chiusa.

La villa
Costruita nel II secolo a. C. sul pendio verso il litorale, Villa dei Misteri fu ristrutturata verso il 60 a.C. e poi nel I secolo d.C. È una delle oltre 100 ville scoperte nell'area vesuviana, di solito legate allo sfruttamento agricolo, ma anche alla moda delle classi elevate di avere un "rifugio" fuori città. Sulle pareti della struttura c'è il grande affresco che rappresenta una scena di rito misterico (da qui il nome della villa) ovvero d'iniziazione femminile al matrimonio.

Media
  • L'affresco a villa dei Misteri
    L'affresco a villa dei Misteri
comments powered by Disqus