Ryanair, giorni neri tra zecche e un motore in avaria

Alcuni passeggeri sono finiti al pronto soccorso per le punture degli insetti. Atterraggio d'emergenza a Orio per un volo diretto in Norvegia

Giorni neri per la Ryanair

Giorni neri per la Ryanair

ROMA – Due giorni neri per la Ryanair: ieri molti passeggeri sono finiti al pronto soccorso dell’aeroporto di Roma Ciampino per un allarme zecche su un volo, mentre oggi un aereo diretto in Norvegia e partito dalla Croazia è stato costretto a un atterraggio d’emergenza a Orio al Serio per un’avaria al motore.

Le zecche
L’aereo Ryanair era partito da Londra, destinazione Roma Ciampino. Era stato un volo tranquillo, ma qualcosa non andava: molti dei passeggeri avevano iniziato ad avvertire un forte prurito alle gambe. I medici dello scalo romano, che hanno visitato i pazienti, hanno scoperto che il fastidio era dovuto alla puntura di zecche presenti a bordo.
L’aereo è stato quindi parcheggiato in una piazzola isolata della pista, per mettere a punto le procedure anti-infezione e di disinfezione. Molti dei passeggeri hanno presentato un esposto al posto di polizia dello scalo romano. Ora saranno gli agenti a dover stabilire se gli insetti siano stati portati a bordo da un passeggero o se fossero già presenti sull’aereo.

Il motore in avaria
Questa mattina, un volo partito da Pola, in Croazia, e diretto a Oslo Rygge, ha dovuto compiere un atterraggio di emergenza allo scalo bergamasco di Orio al Serio. Il pilota ha segnalato alla torre di controllo dell’aeroporto di avere un motore in avaria. Il velivolo, con a bordo 124 persone, è atterrato senza problemi.

Media
  • Giorni neri per la Ryanair
    Giorni neri per la Ryanair
comments powered by Disqus