Mario Monti: "Abbiamo evitato il tracollo"

Il premier fa autocritica, ma aggiunge: "Per decenni non erano stati fatti i necessari interventi radicali"

Il premier Mario Monti

Il premier Mario Monti

BARI – “Credo che molte delle cose che sono state fatte abbiano sofferto di angustia, ma prese tutte insieme hanno permesso di evitare che l'Italia avesse un tracollo forse per lungo tempo irreversibile, e con essa l'Europa”. Così Mario Monti, nel suo intervento di oggi alla Fiera del Levante di Bari, ha commentato le azioni del suo governo, pur facendo autocritica: “Alcuni giudizi che vengono rivolti all'azione del governo, in parte li condivido io stesso – ha aggiunto - O meglio: le condividerei se dimenticassi per un momento quale era, e tuttora in parte è, la sfida che ci siamo trovati ad affrontare”.
Dopo aver ribadito che quella intrapresa contro l’evasione fiscale è “una guerra di civiltà”, Monti ha parlato del mancato sviluppo del Paese: “La crescita, e non lo dico in maniera ironica, è l'obiettivo centrale del mio Governo e non si realizza senza interventi radicali. E questi interventi radicali non sono stati fatti nella misura necessaria per decenni, e abbiamo dovuto concentrare il loro avvio in poco tempo”. 
Una cosa è certa: non è più tempo di assistenzialismi: “La crescita – ha affermato - non nasce nel Mezzogiorno o in qualsiasi altro punto nel mondo con i soldi pubblici pompati in un tubo da cui esce una cosa che si chiama crescita”.
Non è mancato, infine, un ultimo accenno al suo impegno di Governo, che finirà – come promesso – con la scadenza di fine legislatura: “La Puglia? Potrei prenderla in considerazione per le vacanze. Che arriveranno abbastanza presto”.

Media
  • Il premier Mario Monti
    Il premier Mario Monti
comments powered by Disqus