Trenkwalder: gemma Taylor contro Milano

La guardia realizza il tiro della vittoria nella notte di Pino Brumatti

La famiglia Brumatti con l'assegno dell'incasso di serata

La famiglia Brumatti con l'assegno dell'incasso di serata

REGGIO EMILIA - Nella serata dedicata a Pino Brumatti la Trenkwalder Reggio Emilia saluta il ritorno nella massima serie savanti al proprio pubblico con una vittoria all'ultimo secondo, di quelle al cardiopalma. E' Taylor l'eroe della notte reggiana: è lui a mandare al tappeto l'Armani Jeans Milano con un canestro negli ultimi istanti di partita. Una partita dedicata alla memoria dell'indimenticato e indimenticabile Pino Brumatti, ex sia di Reggio (Cantine Riunite) che di Milano.
I biancorossi di casa hanno onorato fin dall'inizio il campione scomparso da un anno e mezzo mettendo in campo volontà e voglia di fare bene. Il primo strappo lo portano Jeremic e Taylor con Reggio che naviga sicura verso l'intervallo. A inizio secondo quarto Scariolo fa cambi punitivi: giù tutti i big, su seconde e terze linee. Come spesso accade, Milano si sveglia e comincia a difendere sul 43-29 interno. Il controparziale di 19-5 firmato in parte Langford significa parità (48-48) alla sirena di metà partità.
Il secondo tempo inizia con le marce alte: Menetti deve sperimentare in posizione play provando, a ripetizione Taylor, Jeremic e addirittura Slanina. Nonostante l'assenza di una vera regia, i padroni di casa riescono a reggere grazie anche a super prove di Urbutis e Silins, tra i più applauditi. Al 36' la Trenkwalder è avanti 83-72, ma proprio sul più bello la benzina finisce. L’Armani torna in parità a 75" dalla fine: sembra di rivivere la gara con Biella, ma questa volta Taylor si assume l'onore e l'onore di chiudere la contesa con un'invenzione che significa vittoria. Finisce 90-87, meglio di così non si poteva fare per ricordare al meglio Pino Brumatti.

Il tabellino

TRENKWALDER REGGIO EMILIA: Jeremic 12, Taylor 26, Antonutti 8, Filloy, Slanina 13, Cervi 4, Silins 8, Urbutis 16, Mariani, Defant, Lasagni.
Allenatore: Menetti.

ARMANI JEANS MILANO: Giachetti 7, Hairston 18, Fotsis 9, Cook 3, Bourousis 11, Langford 23, Hendrix 8, Basile 3, Bartoli 5, Marconato.
Allenatore: Scariolo.

Le foto della serata

Mercato: James prende tempo
Avevamo parlato del possibile acquisto da parte di Pallacanestro Reggiana del quasi ex Partizan Belgrado Dominic James, che tuttavia non era ancora certo di firmanre poiché aspettava una chiamata da qualche big europea. Ebbene, il 25enne ex Marquette ha deciso di prendersi ancora qualche giorno di tempo per decidere.
Dopo aver assaggiato l'Eurolega sul finire della scorsa stagione, James evidentemente vuole provare a giocarsi fino in fondo le proprie possibilità. Per la Trenkwalder, quindi, si apre un nuovo bivio: aspettare e magari rischiare di farsi scappare le alternative ( i "soliti" Goldwire e Perry) oppure cambiare drasticamente scelta. La linea che trapela in società è comunque quella di scegliere l'esatto sostituto di Robinson, non comprare tanto per comprare.

Media
comments powered by Disqus