Test di ammissione all'Università: "Inconstituzionali"

Codacons interpella il premier Monti e il ministro Profumo, mentre l'Unione degli universitari si mobilita

Lezione all'università di Modena e Reggio

Lezione all'università di Modena e Reggio

ROMA - Al via i test per accedere alle facoltà universitarie a numero chiuso, non senza le polemiche legate alla selettività. Medicina e Odontoiatria i primi corsi ad avviare la scrematura dei candidati, passerà uno su otto, mentre Codacons ha inviato al presidente del Consiglio Monti e al ministro dell'istruzione Profumo una richiesta per rendere libero l'accesso ad ogni facoltà. C'è poi la possibilità che la Corte Costituzionale definisca incostituzionale il numero chiuso, come ricorda il presidente di Codacons Mario Donzelli, il quale prospetta, in caso affermativo, una class action.
Il presidente Donzelli ha inoltre posto la questione dell'attendibilità di un test di qualche ora contro il voto di maturità, frutto di un percorso dello studente, durato anni. "Il numero chiuso - afferma - è assurdo e antistorico".
Anche il mondo delle università, rappresentato dall'Udu (Unione degli universitari) si sta mobilitando in queste ore contro i test di ammissione, organizzando flash mob davanti agli atenei. La scelta del proprio futuro per l'Udu è deve essere libera.

Media
  • Lezione all'università di Modena e Reggio
    Lezione all'università di Modena e...
comments powered by Disqus