Eternit, legali di Schmidheiny: "Processo da rifare"

Gli avvocati della difesa contestano competenza del tribunale di emettere verdetto e chiedono Corte d'Assise

I legai di Schmidheiny hanno richiesto la Corte d'Assise

I legai di Schmidheiny hanno richiesto la Corte d'Assise

TORINO - Mossa a sorpresa degli avvocati difensori del magnate svizzero Stephan Schmidheiny, condannato a sedici anni di reclusione per i danni provocati dagli stabilimenti italiani della multinazionale dell'amianto. Il maxi processo Eternit, stando alla tesi contenuta nell'atto di appello, doveva essere celebrato da una Corte d'Assise e non da un tribunale. Se tale rivendicazione fosse accolta il dibattimento dovrebbe ricominciare dal primo grado.
Il processo, che ha richiesto 66 udienze e l'audizione di un centinaio di testimoni, si riferisce all'attività degli stabilimenti Eternit di Cavagnolo (Torino), Casale Monferrato (Alessandria), Rubiera (Reggio Emilia) e Bagnoli (Napoli).
La dispersione delle polveri di amianto, secondo l'accusa, ha provocato almeno duemila morti fra i lavoratori e i residenti delle zone interessate.
Gli avvocati della difesa, Guido Carlo Alleva e il professor Astolfo Di Amato, ritengono che il tribunale avrebbe dovuto interrompere il processo dall'inizio e dichiarare la competenza della Corte d'Assise per il caso dato il modo in cui ha interpretato uno dei reati contestati, ovvero l'omissione volontaria di cautele. Tale reato presenta dei profili di incostituzionalità e, alla Corte d'Appello, chiedono di rivolgersi alla Corte di Giustizia dell'Unione Europea per chiarire se vengono rispettati alcuni principi giuridici. Nel caso del processo Eternit, secondo i legali, il punto fondamentale è che il Codice di procedura penale italiano stabilisce che per ogni delitto volontario da cui derivi la morte di una o più persone la competenza è della Corte d'Assise, il tribunale pertanto non aveva la competenza per pronunciarsi e, di conseguenza, la causa sarebbe da annullare.

Media
  • I legai di Schmidheiny hanno richiesto la Corte d'Assise
    I legai di Schmidheiny hanno richiesto...
comments powered by Disqus