Processo Eternit, la competenza passa a Ivrea?

In seguito al decreto del governo che ridisegna la mappa tribunali italiani. Così il processo diventa a rischio

Processo Eternit, la competenza potrebbe passare da Torino a Ivrea

Processo Eternit, la competenza potrebbe passare da Torino a Ivrea

RUBIERA (Reggio Emilia) - Il decreto del governo che ridisegna la mappa dei tribunali italiani, sopprimendone molti, potrebbe far perdere la competenza territoriale del tribunale di Torino sul processo Eternit. Torino, infatti, perde la competenza territoriale sul comune di Cavagnolo (dove aveva sede un'azienda legata all'Eternit) e quindi potrebbe essere costretta a cedere il fascicolo a quella di Ivrea. Questi processi potrebbero non essere celebrati dal tribunale di Torino. La nuova geografia giudiziaria disegnata dal governo assegna la cittadina di Cavagnolo sotto la competenza di Ivrea, alla cui procura i pm torinesi potrebbero essere costretti a consegnare i fascicoli. Lo spostamento della competenza territoriale riguarda anche le famiglie delle vittime rubieresi che hanno lavorato nello stabilimento prima Icar, e poi Eternit, tra il 1966 e il 1974. A Rubiera le vittime accertate sono 64 e 120 le richieste di risarcimento danni presentate complessivamente, di cui circa 105 da parte di parenti e familiari di ex dipendenti dello stabilimento Icar, il resto di istituzioni e sindacati.

Guariniello: "Eternit, Ivrea non ha gli strumenti necessari"
"C'è una grossa contraddizione nello spirito della riforma: si volevano sopprimere le piccole procure, ma qui se ne trasforma una, quella di Ivrea, da piccolissima a gigantesca senza dotarla degli strumenti necessari". Così Raffaele Guariniello, pubblico ministero a Torino, sul decreto del governo sulla nuova geografia giudiziaria che, di fatto, lo costringerà ad abbandonare gran parte dei suoi filoni d'inchiesta, dalla Eternit ai controlli sull'aeroporto di Caselle alle fabbriche del circondario. Il magistrato si riferisce, in particolare, al fatto che la procura di Torino perderà la competenza su numerose località della provincia, che passeranno al vaglio della procura di Ivrea. Alcune erano entrate al centro di vicende importanti: a Cavagnolo, per esempio, c'era la sede di una filiale dell'Eternit, cosa che ha permesso a Guariniello di allestire il maxi-processo ai vertici della multinazionale. "Non sono in discussione - dice Guariniello - le capacità dei miei colleghi. Il problema è che la procura di Ivrea, anche se viene rafforzata con una mezza dozzina o una decina di pubblici ministeri, non è attrezzata per la creazione in tempi rapidi di un pool altamente specializzato in grado di gestire casi così grandi, complessi e fuori dall'ordinario".



Leggi anche: Eternit, la procura: disastro ancora attuale a Rubiera

Media
  • Processo Eternit, la competenza potrebbe passare da Torino a Ivrea
    Processo Eternit, la competenza potrebbe...
comments powered by Disqus