Con l'auto in mare a Ustica: muoiono due ragazzini

Un 13enne e un 14enne avevano preso il mezzo per fare un giro, ma sono caduti in acqua dalla banchina del porto

Il porto di Ustica (foto Ansa)

Il porto di Ustica (foto Ansa)

ROMA - Hanno preso un'auto per una bravata, che si è tuttavia trasformata in tragedia. Il mezzo è infatti caduto in mare dalla banchina del porto di Ustica e due ragazzini di 13 e 14 anni sono morti ieri sera verso le 22.
I due, dopo aver prelevato una Panda di un pensionato dell'isola hanno perso il controllo del veicolo mentre viaggiavano lungo la banchina. Sono immediatamente intervenuti i sommozzatori che sono riusciti a estrarre i corpi dei minorenni dall'auto. I due sono stati portati in camera iperbarica, ma non c'é stato niente da fare. I carabinieri e la Capitaneria di porto hanno avviato le indagini per ricostruire la dinamica dell'incidente.
Secondo la ricostruzione della Guardia medica, uno di origine tunisina l'altro usticese, sono saliti sulla Panda dopo averla trovata con le chiavi inserite nel cruscotto. Dopo aver percorso un breve tratto di banchina al porto, hanno perso il controllo del mezzo e sono finiti in mare. I genitori del ragazzo di origini tunisine hanno espresso la volontà di riportare la salma nel loro Paese. Il sindaco di Ustica, Aldo Messina, sta rientrando sull'isola da Palermo e dichiarerà il lutto cittadino.

Media
  • Il porto di Ustica (foto Ansa)
    Il porto di Ustica (foto Ansa)
comments powered by Disqus