Grillo attacca: "Olimpiadi trionfo nazionalismo"

Il comico fondatore del Movimento 5 Stelle: "Un bromuro quotidiano sponsorizzato dalle multinazionali"

Beppe Grillo

Beppe Grillo

ROMA - "Alle olimpiadi non vincono gli atleti, ma le nazioni. E' il trionfo del nazionalismo". E' l'attacco di Beppe Grillo che sul suo blog, in un articolo che si intitola "Giochi senza bandiere", critica i  giochi. Scrive Grillo: "La medaglia d'oro la conquista il presidente della Repubblica, il telecomando in mano, che dalla poltrona si precipita a congratularsi con l'atleta dandone ampia copertura a tutti i mezzi d'informazione» scrive Grillo secondo il quale «l'atleta, che una volta diceva alla mamma Sono arrivato uno!, oggi si prepara a una carriera da parlamentare. Il super nazionalismo ha bisogno di un super medagliere. Il mondo moderno ha imparato la lezione dagli antichi Romani. Le Olimpiadi sono una versione smisurata del Colosseo con circences che occupano tutti gli spazi dell'informazione. Un bromuro quotidiano sponsorizzato dalle multinazionali".
Secondo Grillo delle olmpiadi resterà solo "una vecchia regina che si lancia con il paracadute e un pugno di medaglie da appuntare sul petto della Patria". Conclude il comico: "Se tutto fa spettacolo, tutto fa Olimpiadi. All'elenco sterminato di sport olimpici mancano le freccette da bar, le bocce e il parcheggio cronometrato in retromarcia. Il bello di questa manifestazione e' che tutte le nazioni del mondo possono avere il loro momento di gloria".

Media
  • Beppe Grillo
    Beppe Grillo
comments powered by Disqus