La Camera di Commercio: "Imprese reggiane in calo"

Il primo semestre del 2012 ha evidenziato un saldo negativo di 175 unità tra iscrizioni e cancellazioni d'ufficio

Saldo negativo di 175 imprese rispetto al 2011

Saldo negativo di 175 imprese rispetto al 2011

REGGIO EMILIA - Dopo la crescita di 380 unità registratasi nel 2011, riprende a scendere il numero delle imprese reggiane. Così come era accaduto nei primi anni della crisi avviatasi nell’autunno 2008, con la perdita di 645 imprese nel 2009 e di 157 nel 2010, il primo semestre dell’anno in corso evidenzia un saldo negativo di 175 unità tra le iscrizioni (2.378) e le cancellazioni non d’ufficio (2.553) al registro imprese della Camera di Commercio.
Da un punto di vista strettamente "contabile" occorre aggiungere anche la cancellazione d’ufficio di 467 imprese inattive da tempo, ma a segnare le difficoltà del momento - come rilevano le analisi dell’ufficio studi dell’ente camerale - sono proprio quelle 175 imprese che sono venute a mancare negli ultimi sei mesi.
Quasi tutti i settori hanno registrato un saldo negativo nel primo semestre 2012: fra questi, i più rilevanti in valore assoluto si osservano per le aziende agricole, le imprese delle costruzioni, quelle del commercio e le manifatturiere. In riduzione anche le imprese di trasporto e magazzinaggio, le attività di servizio di alloggio e ristorazione e le attività immobiliari.

Valori in crescita, seppure con risicati saldi positivi, si rilevano per le attività finanziarie e assicurative e per le attività artistiche, sportive e d’intrattenimento. Complessivamente, al 30 giugno 2012 le imprese sono pari a 57.229 unità. Di queste, 13.086 (22,9% del totale) appartengono al settore delle costruzioni, mentre 11.206 sono del commercio, 8.473 manifatturiere e 6.964 agricole. Le rimanenti sono distribuite fra le diverse attività di servizio presenti in provincia.

Media
  • Saldo negativo di 175 imprese rispetto al 2011
    Saldo negativo di 175 imprese rispetto...
comments powered by Disqus