Reggio Emilia, blitz in un laboratorio tessile di cinesi

La Municipale interviene in uno stabile di via Gori: al piano terra l'officina, i dormitori a quello superiore

Un laboratorio tessile

Un laboratorio tessile

REGGIO EMILIA – Il laboratorio dove lavoravano nel confezionamento di abiti, le loro abitazioni, i loro letti, la loro cucina. Tutto in pochi metri di spazio. Ieri, intorno alle 11.30, gli uomini della polizia municipale di Reggio Emilia sono intervenuti in via Gori, riscontrando numerose irregolarità in una palazzina in cui lavorano una decina di cinesi. 
Al piano terra vi era l’officina, mentre al piano di sopra erano state realizzate alcune camere da letto non a norma, così come non erano regolari le cucine improvvisate con le bombole di gas a pochi passi dai vestiti confezionati nel laboratorio. Le irregolarità continuavano anche nella palazzina a fianco, che non ospitava gli uffici previsti, ma altre camere da letto. Ora gli operai dovranno trovarsi una nuova sistemazione, mentre i proprietari dello stabile verranno, con ogni probabilità, sanzionati. Quello di via Gori non è certo il primo laboratorio tessile della provincia a presentare numerose irregolarità: e altri casi potrebbero spuntare durante gli accertamenti previsti per la prossima settimana.

Media
  • Un laboratorio tessile
    Un laboratorio tessile
comments powered by Disqus