Reggiano dirige il ristorante di Casa Azzurri a Londra

Federico Riccò, socio della discoteca Sali e Tabacchi, rappresenta la nostra città alle Olimpiadi

Federico Riccò

Federico Riccò

LONDRA - La dieta per un atleta è fondamentale: carboidrati, proteine, grassi, zuccheri, tutto deve essere mirato al raggiungimento del massimo obiettivo. Che, nel caso delle Olimpiadi in corso a Londra, significano sostanzialmente medaglie.
E' quindi un grande onore, oltre che un grande onere, avere a responsabile del ristorante a Casa Italia Federico Riccò, reggiano esponente di prima risma di quel Tricolore che proprio a Reggio Emilia nacque ufficialmente ormai 151 anni fa. Riccò vivrà appieno l'avventura di queste olimpiadi all'interno della struttura che ospiterà gli Azzurri: oltre 6 mila metri quadri su 6 piani, situata tra alcuni dei più noti monumenti storici della capitale inglese, tra il Westminster Abbey, il Big Ben e il Parlamento. La sede è inoltre perfettamente collegata grazie alle due fermate delle metro (a circa 250 metri di distanza Westminster e St James Park) e alla vicinanza con Victoria Station (1 chilometro). La distanza dal Villaggio Olimpico è di 10 km, mentre a soli 2 km ci sarà l'albergo del Cio, che nei giorni londinesi diventerà il cuore dei rapporti diplomatici anche in ottica dell'assegnazione dei Giochi del 2020.
Socio della discoteca Sali e Tabacchi, punto di riferimento per tanti giovani reggiani e modenesi, Riccò è partito insieme al cuoco Filippo Moretti e al noto chef Massimo Bottura per l'avventura azzurra nella "City" e sarà parte fondamentale in ogni vittoria degli atleti italiani. Un tricolore nella casa del Tricolore.


Silvia Gilioli 

Media
  • Federico Riccò
    Federico Riccò
  • Casa Italia, nel cuore di Londra
    Casa Italia, nel cuore di Londra
comments powered by Disqus