Truffa record all'Inps: scoperta intera famiglia finti ciechi

Fratello, sorella, madre e zio, residenti a Torino, incassavano dal 1982 l'indennità. Danno da 700mila euro

Una finta cieca scoperta dalla Finanza di Torino

Una finta cieca scoperta dalla Finanza di Torino

TORINO - Un'intera famiglia di falsi ciechi ha sottratto all'Inps, negli anni, oltre 700mila euro. In quattro, fratello, sorella, madre e zio, si sono messi in tasca l'indennità mensile per 12 volte l'anno, 800 euro dal 1982.
I quattro sono stati denunciati dalle fiamme gialle di Torino per truffa aggravata e continuata. Nel caso in cui risultino assunti nella graduatoria riservata ai diversamente abili, rischiano anche il posto di lavoro. I militari hanno inoltre provveduto al sequestro di beni mobili e immobili per circa 600mila euro tra conti correnti, titoli, 13 terreni agricoli e 5 appartamenti nelle province di Torino e Latina.
Il primo caso, infatti, riguarda una donna originaria della provincia di Latina, residente a Moncalieri (Torino) e centralinista di un ente pubblico, che da oltre 30 anni percepiva un'indennità di accompagnamento. Una volta lontana dall'ufficio, riponeva nella borsa il bastone e si muoveva con sicurezza per la città. I finanzieri si sono poi incuriositi quando hanno scoperto che anche il fratello, la madre e lo zio, tutti residenti in provincia di Latina, risultavano portatori dello stesso handicap. I successivi accertamenti nella cittadina laziale hanno confermato i sospetti: anche nel loro caso, la cecità era del tutto simulata. I quattro sono stati filmati in un ristorante quando, nel corso di un ricevimento, oltre a ballare, si muovevano con disinvoltura tra i tavoli.

Media
  • Una finta cieca scoperta dalla Finanza di Torino
    Una finta cieca scoperta dalla Finanza...
comments powered by Disqus