Reggiana, Barilli rinuncia alla proposta Conti

La società: "Il presidente non si è sentito di portare avanti la trattativa"

Alessandro Barilli

Alessandro Barilli

REGGIO EMILIA – Niente da fare: le quote di maggioranza della Reggiana restano nelle mani dell’attuale presidente, Alessandro Barilli. Restano delusi, e sorpresi, quanti si attendevano una decisione entro il fine settimana sul cambio ai vertici della proprietà: sul tavolo c’era l’offerta da 2,250 milioni di euro dell’imprenditore siciliano Giuseppe Conti. Quest’ultimo, almeno per ora, rimarrà a bocca asciutta, con l’80% della proprietà granata ancora nelle mani di Barilli. L’annuncio è arrivato con una scarna nota pubblicata sul sito web della squadra, corredata da un accenno di spiegazione: “Le motivazioni della rinuncia – si legge nel comunicato - sono da ricondurre all’impegno pubblico preso dal presidente nell'autunno del 2010, che impone di selezionare con cura gli interlocutori che si prefiggono di acquisire il controllo di A.C. Reggiana 1919 spa, al fine di evitare ulteriori tragiche situazioni assimilabili a quelle già occorse in passato”.
La decisione non è un giudizio di merito su Conti, che Barilli giudica “persona seria ed affidabile”. Eppure, l’imprenditore siciliano “non si è reso disponibile ad entrare in minoranza in modo non vincolante per un periodo transitorio, manifestando interesse soltanto per un ingresso in maggioranza, graduale ma subito vincolante”. Tanto è bastato, pare, a far scattare il gran rifiuto: “Non essendoci stata la possibilità di una reciproca minimale conoscenza, il presidente non si è sentito di portare avanti una trattativa da chiudere in pochi giorni, senza peraltro che prima sia stata svolta da parte del potenziale acquirente alcuna attività di analisi o di verifica”. Un’interruzione che, a quanto sembra, ha lasciato esterrefatto Conti, che ha annunciato un comunicato in giornata in cui darà la sua versione dell’accaduto.

Media
  • Alessandro Barilli
    Alessandro Barilli
comments powered by Disqus