Lega Nord, ex assessore Sassuolo querela Alessandri

La Nocetti sostiene di aver subito violenza privata, minacce e tentata estorsione. Nel mirino anche Riad Ghelfi e Rosy Mauro

Angelo Alessandri

Angelo Alessandri

REGGIO EMILIA – Ci sarebbe anche Angelo Alessandri, deputato reggiano della Lega Nord, tra le persone che Cristiana Nocetti, ex assessore del Carroccio a Sassuolo, ha deciso di querelare, sostenendo di aver subito violenza privata, minacce e tentata estorsione. Assieme ad Alessandri, l’uragano Nocetti – l’ennesimo in questi mesi tormentati per la Lega – si è abbattuto anche sul segretario del Carroccio modenese, Riad Ghelfi, e sulla vicepresidente del Senato Rosy Mauro.
La vicenda va fatta risalire allo scorso aprile, quando la Nocetti venne espulsa dal partito a pochi giorni dal congresso. La motivazione ufficiale era, si disse allora, l’aver rifiutato di scegliere tra il ruolo di consigliere comunale a Castelvetro e quello di amministratore a Sassuolo. Ma, forse, non era tutto lì: l’ex assessore ha riferito di aver depositato in procura mail e lettere ricevute nei mesi scorsi, nelle quali si chiedeva di “versare il 15% della sua indennità da assessore al partito”. Un versamento che, secondo la Nocetti, non avrebbe dovuto esserci: “Voglio ricordare che sul regolamento del Carroccio c’è scritto che il versamento deve essere su base volontaria – spiega - E insistevano, benché si trattasse di denaro pubblico”. L’ex assessore ha raccontato di aver subito vere e proprie minacce, “arrivate in tutti i modi: per telefono, per lettera, mandandomi delle persone. E anche urlando, in stanze chiuse – racconta - Volevano costringermi a tollerare comportamenti o situazioni per me politicamente ed eticamente inaccettabili. Pressioni che hanno determinato conseguenze psicofisiche sulla mia persona. Sono stata ricoverata due volte al pronto soccorso per stress e attacchi di ansia, non ce la facevo più”.

Media
  • Angelo Alessandri
    Angelo Alessandri
comments powered by Disqus