Delrio: sindaci in piazza contro la spending review

Il presidente Anci chiama a raccolta i primi cittadini per una protesta davanti a palazzo Madama il 24 luglio

Graziano Delrio

Graziano Delrio

REGGIO EMILIA – “Il decreto sulla revisione della spesa, così come impostato dal governo nella parte dei tagli alla spesa pubblica, non è accettabile. Per questo protesteremo davanti a palazzo Madama, il prossimo 24 luglio. L’obiettivo è far capire ai parlamentari la gravità della situazione”. Lo ha annunciato il presidente dell'Anci e sindaco di Reggio Emilia Graziano Delrio, al termine dell'Ufficio di presidenza dell’Associazione dei Comuni italiani, oggi a Roma. Il 24 sarà chiesto anche un incontro al presidente del Senato, Renato Schifani.
“Si tratta per ora – ha affermato Delrio - di tagli lineari e sui servizi, una sforbiciata da 500 milioni di euro nel solo 2012, ma non di tagli agli sprechi: è un’operazione sulla carne viva dei Comuni e quindi dei cittadini. Si vuole che l’unica alternativa sia alzare le tasse”. Per questo, ribadisce Delrio, “saremo martedì 24 luglio a palazzo Madama per sensibilizzare i parlamentari sulla situazione”. 
“Ribadiremo il nostro essere favorevoli ad eliminare gli sprechi nella pubblica amministrazione, ricontrattando ad esempio gli impegni con le banche e le assicurazioni e proseguendo sulla strada già tracciata dei costi standard”, ha spiegato Delrio. La contrarietà al decreto, però, “è inevitabile nel momento in cui constatiamo ancora una volta che il testo configura tagli lineari, e non interventi puntuali sugli sprechi” con un rischio concreto di “abbattimento dei servizi, innalzamento delle tasse o dissesto finanziario di buona parte dei Comuni, che a quattro mesi dalla chiusura definitiva dei bilanci si vedrebbero decurtare voci importanti”. L’Anci, per voce di Delrio, avanza proposte alternative: “Ripartiamo dai costi standard – conclude - abbattiamo il costo dei contratti con banche e assicurazioni". 

Media
  • Graziano Delrio
    Graziano Delrio
comments powered by Disqus