Iren, presto una modifica della governance

I sindaci di Torino, Genova e Reggio Emilia si incontreranno presto per razionalizzare il gruppo

MILANO - I sindaci dei tre comuni principali azionisti di Iren, Torino, Genova e Reggio Emilia, si incontreranno la prossima settimana per mettere a punto una strutturale modifica della governance della utility, oggi caratterizzata da una holding che controlla cinque società operative di primo livello.
"Il tema della riscrittura della governance mi sembra opportuno. Lo start up dell'azienda richiedeva alcuni equilibri, adesso l'idea è quella di trasformarla in un'azienda più radicata sul territorio", ha detto a Reuters il sindaco di Reggio Emilia, Graziano Delrio.
Secondo Delrio, "una governance semplificata vuol dire strutture di primo livello ridotte, quindi strutture territoriali più forti per tagliare i costi e la frammentazione dell'operatività. Lo slogan è: più holding e più territorio".
La sede di Iren

La sede di Iren


L'ipotesi a cui si sta lavorando è di trasformare le società di primo livello (Energia, mercato, acqua e gas, Emilia e ambiente) in divisioni e questo comporterà inevitabilmente una riduzione dei consigli.
Secondo una fonte vicina agli azionisti, il presidente Roberto Bazzano, l'AD Roberto Garbati e il direttore generale Andrea Viero, non sarebbero in bilico, visto che il loro mandato scadrà con l'approvazione del bilancio 2012 il prossimo aprile. Il problema si porrà fra un anno quando gli azionisti valuteranno i risultati raggiunti: "I manager scadono con la chiusura del bilancio e saranno valutati sulla base dei risultati che otterranno", dice la fonte.

Media
  • La sede di Iren
    La sede di Iren
comments powered by Disqus