Iren, asse Reggio-Genova per taglio compensi manager

Delrio ne avrebbe parlato ieri col sindaco del capoluogo ligure Marco Doria, in città per la commemorazione del 7 luglio

REGGIO EMILIA – La commemorazione dei morti del 7 luglio 1960 non è stato l’unico momento al centro della visita reggiana di ieri del sindaco di Genova. Marco Doria, infatti, si sarebbe anche confrontato con Graziano Delrio sul futuro di Iren. E le posizioni dei due sembrano in sintonia soprattutto su un argomento: il taglio degli stipendi dei manager di punta della multiservizi. Doria, infatti, avrebbe confermato di essere d’accordo sulla richiesta di “sobrietà” avanzata dai sindaci reggiani, che nell’ultima assemblea dei soci avevano proposto un tetto massimo di 295mila euro, l’abolizione dei benefit e, soprattutto, di legare una parte importante delle retribuzioni ai risultati ottenuti.
Si delinea l'asse Reggio-Genova sul taglio degli stipendi ai manager

Si delinea l'asse Reggio-Genova sul taglio degli stipendi ai manager

Il vento, dunque, è cambiato da quando Doria è diventato primo cittadino al posto di Marta Vincenzi: durante l’ultima assemblea, infatti, Genova si era opposta ai tagli, trascinando con sé anche Fsu (la finanziaria con cui Torino e Genova controllano Iren ma che deve esprimersi con voto unanime). 

Media
  • Si delinea l'asse Reggio-Genova sul taglio degli stipendi ai manager
    Si delinea l'asse Reggio-Genova sul...
comments powered by Disqus