Alluvione sul mar Nero: almeno 150 morti. Guarda il video

Migliaia di sfollati sotto una tempesta di vento, acqua e fango. Bloccate le esportazioni di petrolio

Ciò che resta della regione di Krasnodar (foto da Twitter)

Ciò che resta della regione di Krasnodar (foto da Twitter)

MOSCA – Una tempesta di vento, acqua e fango. Sotto questa furia degli elementi, scatenatasi ieri nella regione di Krasnodar, sul mar Nero, i morti sarebbero almeno 150: i corpi continuano ad affiorare dal fango. Il presidente russo Vladimir Putin ha visitato la zona dell’alluvione: ha promesso fondi per la ricostruzione delle case distrutte, annunciando anche che la Commissione d’inchiesta federale sarà chiamata a chiarire come sia potuta avvenire una simile tragedia. 
Migliaia di residenti della zona sono stati evacuati. Per il portavoce dipartimento per le emergenze, Igor Zhelyabin, la furia “é stata davvero impressionante: centinaia di case e semafori sono state portate via dal vento”. Sospese anche le esportazioni di petrolio, la principale ricchezza della regione, nella quale il sistema dei trasporti sarebbe al collasso completo.

Guarda il video

Media
comments powered by Disqus