Albinea Jazz, giovedì c'è Brad Meldhau

Ospite d'eccezione per la venticinquesima edizione della rassegna

Brad Meldhau

Brad Meldhau

ALBINEA (Reggio Emilia) – Venticinque anni di festival vanno festeggiati a dovere. E quest’anno Albinea Jazz ha deciso di fare davvero le cose in grande, ospitando uno dei nomi più celebri e amati del jazz internazionale: il pianista Brad Meldhau sarà in concerto giovedì 12 luglio (ore 21.30, ingresso 18 euro) a Villa Arnò, ad Albinea, accompagnato dal contrabbasso di Larry Granadier e da Jeff Ballard alla batteria. L’occasione è di quelle da non perdere: il pianista americano presenterà “Ode”, il primo album di inediti realizzato dal 2008. Considerato da molti l’unico erede di Keith Jarrett, nonostante le similitudini artistiche tra i due non siano così evidenti, Brad Meldhau ha consolidato la sua fama di grande eclettico, di pianista a cui piace divagare dallo stretto canone jazz: le sue interpretazioni accorate di classici di Radiohead e di Nick Drake lo hanno reso molto celebre anche fuori dal circuito jazzistico.
La presenza di Meldhau ad Albinea Jazz nobilita un festival che, per 25 anni, è stato un appuntamento fisso – e sempre di altissima qualità - dell’estate reggiana. L’edizione 2012 srà arricchita anche dal brasiliano Trio Da Paz (martedì 10 alla Cantina di Albinea-Canali, ingresso 13 euro) e dal Lara Puglia Trio (venerdì 13, ingresso libero).
Nel festival c’è anche spazio per la pittura: è stata inaugurata ieri la mostra “Ritratti. Segni e colori del Jazz” del pittore reggiano Marino Iotti.

Media
  • Brad Meldhau
    Brad Meldhau
comments powered by Disqus