Un po' di reggianità al servizio del bosone di Higgs

All'interno dell'acceleratore del Cern di Ginevra operano le trasmissioni Benevelli, azienda di Rubiera

RUBIERA (Reggio Emilia) - C'è un pizzico di reggianità all'interno del Cern di Ginevra, assurto agli onori delle cronache in questi giorni per la scoperta del bosone di Higgs, la particella di Dio.
Ebbene, all'interno del più grande acceleratore del mondo, il Large Hadron Collider (Lhc), fungono da supporto logistico e di sicurezza oltre una trentina di mezzi elettrici equipaggiati con le trasmissioni Benevelli, l'azienda di Rubiera che produce ponti assiali per veicoli elettrici. Per percorrere i 27 chilometri di tunnel circolare con costanti saliscendi fino all'11% tirando carrelli del peso massimo di 4.000 chilogrammi sono state necessarie ore e ore di calcoli presso l'ufficio tecnico di Rubiera, al fine di poter garantire la perfetta funzionalità dei ponti assali anche nelle condizioni più gravose.
Un veicolo elettrico antincendio della Benevelli

Un veicolo elettrico antincendio della Benevelli


"In un momento di crisi come questo lavorare in alta qualità 'paga' - ha affermato Alessandro Benevelli - e riteniamo che quello che recita la nostra mission aziendale ('lavoriamo in costante aggiornamento') sia la ricetta giusta per poter superare questi momenti difficili dimostrando al mondo intero che le eccellenze reggiane possono ancora brillare nel mondo. Ne sono la controprova gli ultimi investimenti messi in campo dalla Benevelli quali l'acquisto di un nuovo capannone in funzione degli incrementi di fatturato degli ultimi anni, di nuovi macchinari per aumentare la produttività e il raggiungimento, proprio nel 50° anno di attività, della certificazione ISO 9001:2008".

Media
  • Un veicolo elettrico antincendio della Benevelli
    Un veicolo elettrico antincendio della...
comments powered by Disqus