Clima africano: si va verso un inizio luglio di fuoco

Le giornate di domenica 1 e lunedì 2 potrebbero essere le più calde e afose dell'anno con temperature vicino ai 40°

Week-end di fuoco a Reggio Emilia

Week-end di fuoco a Reggio Emilia

REGGIO EMILIA - Martedì scorso, 26 giugno, si è interrotta la serie di "giorni caldi" dopo un lungo periodo oltre i 30°. La relativa rinfrescata ha reso più sopportabili le nottate, che sono scese, almeno in periferia e anche nella bassa pianura emiliana, sotto i 20° tipici delle "notti tropicali".
Le temperature minime infatti hanno segnato 18.6° mercoledì 27 giugno e 18.4° giovedì 28. Il sollievo, tuttavia, è stato di breve durata. Già mercoledì pomeriggio si è tornati ovunque oltre i 30° e oggi, già dalla mattina, le temperature si sono rivelate in rapida risalita sfiorando tra le 16 e le 17 i 33.5°.
"Di fatto le attuali temperature - ha spiegato Luca Lombroso dell’Osservatorio Geofisico universitario di Modena - sono superiori di 3-4° ai valori tipici di fine giugno per il periodo 1970-2000. Tanto che ormai il cambiamento del clima lo si può considerare un dato di fatto: il pianeta si sta scaldando, molto probabilmente a causa delle attività umane, e anche il nostro territorio ne risente con ondate di caldo sempre più frequenti e intense". Le temperature sono quindi destinate a salire giorno dopo giorno "portando forte disagio fisiologico nel fine settimana, più a causa delle elevate temperature che dell’umidità, la quale si manterrà ancora su valori bassi. Sarà un caldo torrido, accompagnato spesso da ventilazione calda". Le giornate più calde saranno domenica 1 luglio e probabilmente anche lunedì 2 luglio con temperature sui 37° in città e vicino ai 38-39° nei comuni della Bassa vicini al Po. Meno bollente grazie alle brezze la costa e naturalmente più fresco l’Appennino, ma anche qui, fino a 800-1000 m, si raggiungeranno i 30°.
"Non è improbabile - ha fatto sapere Lombroso - non è improbabile nell’inizio settimana la formazione di temporali di calore, sempre in agguato, che dovrebbero portare a una flessione delle temperature, ma per alcuni giorni resterà molto caldo. La rinfrescata temporalesca potrebbe arrivare solo successivamente, ma sarà da monitorare perché appunto incerta e perché con questo caldo che innalza più del normale anche le temperature della superficie del mare, potrebbero scatenare eventuali intense perturbazioni".

Media
  • Week-end di fuoco a Reggio Emilia
    Week-end di fuoco a Reggio Emilia
comments powered by Disqus