Reggiano d'adozione il "grillino" al ballottaggio a Parma

Federico Pizzarotti lavora al Credem: sfiderà Bernazzoli. "A Reggio 5S può replicare il nostro successo”

Federico Pizzarotti

Federico Pizzarotti


REGGIO EMILIA – Quelle dello scorso weekend saranno ricordate come le elezioni amministrative che hanno segnato la crisi dei partiti tradizionali, e la definitiva esplosione del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo. Il caso più clamoroso è proprio quello di Parma dove, dopo i mesi di proteste che hanno portato a dimettersi il precedente sindaco Pietro Vignali e il commissariamento, alle urne i cittadini hanno sospinto il candidato dei “grillini” fino al ballottaggio, con il 19,47% dei voti. Quel candidato è Federico Pizzarotti, parmigiano di nascita ma reggiano di adozione: da anni lavora al Credem di via Che Guevara nel ruolo di project manager dell’area di information technology.
Pizzarotti ha iniziato il suo impegno da attivista nel 2009, e in soli tre anni è arrivato a contendersi il ruolo di primo cittadino di Parma con Vincenzo Bernazzoli, candidato del centrosinistra. Intervistato da “Il Resto del Carlino”, Pizzarotti ha spiegato il segreto del suo successo: “Abbiamo fatto una campagna elettorale sobria e incisiva su temi sentiti dai cittadini come quello del finanziamento ai partiti – racconta – I voti sono dei cittadini e non dei partiti: gli elettori leggano il programma e decidano se votarci o meno”.
Ora, il suo exploit potrebbe contagiare anche  Reggio: “«I grillini reggiani ci hanno aiutato tanto, penso in particolare al lavoro di Matteo Olivieri. E’ stato uno dei precursori – conclude - Lavorare da solo in comune non dev’essere stato semplice, eppure ha raggiunto molti risultati. A Reggio Cinque Stelle può replicare il nostro successo”.

Media
  • Federico Pizzarotti
    Federico Pizzarotti
comments powered by Disqus